Chiedere il bonus famiglia

Chiedere il bonus famiglia

Il bonus famiglia è un contributo di Regione Lombardia pensato per le famiglie in attesa di un figlio e in situazione di vulnerabilità, come previsto dalla Deliberazione di Giunta regionale 14/06/2017, n. 6711.

Possono partecipare al bando le famiglie con una donna in gravidanza, adottive o in attesa di sentenza di adozione.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito istituzionale di Regione Lombardia.

Requisiti soggettivi

I requisiti per partecipare al bando sono descritti nella Deliberazione di Giunta regionale 14/06/2017, all. A.

Le famiglie con donne in gravidanza devono rispettare questi requisiti:

  • entrambi i genitori devono essere residenti in Lombardia per un periodo continuativo di almeno 5 anni
  • avere ISEE ordinario o corrente, in corso di validità, inferiore a 20.000 €
  • possedere la scheda di vulnerabilità rilasciata su carta intestata dal proprio Comune, ambito, centro di aiuto o consultorio
  • possedere i documenti che attestino lo stato di gravidanza.

Le famiglie adottive devono rispettare questi requisiti:

  • entrambi i genitori devono essere residenti in Lombardia per un periodo continuativo di almeno 5 anni
  • avere ISEE ordinario o corrente, in corso di validità, inferiore a 20.000 €
  • possedere una sentenza di adozione del minore o un decreto di collocamento in famiglia, con data successiva al 01/05/2017.

Possono accedere al bando anche le gestanti minorenni se rappresentate da un tutore.
Il richiedente dovrà inoltre essere titolare di un conto corrente postale o bancario, altrimenti non potrà accedere al contributo.

Approfondimenti

Presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata in via telematica sul portale SiAge di Regione Lombardia. Dopo l'invio si riceverà una mail di conferma con i dati del referente che gestirà la propria pratica.

Entro 20 giorni dalla mail di conferma l'ATS competente valuterà i requisiti e validerà le domande. Successivamente il richiedente dovrà rivolgersi a un consultorio per redigere il progetto personalizzato condiviso e firmare il patto di corresponsabilità. Non è previsto il progetto personalizzato in caso di adozione.

In caso di gravidanza per accedere al contributo è necessario presentarsi a un colloquio con l'assistente sociale di riferimento presso centri di aiuto o consultori per farsi rilasciare una scheda di vulnerabilità.

Consulta il video tutorial di Regione Lombardia.

Erogazione del contributo

Il valore complessivo del bonus è di 1.800 € per ogni figlio.

In caso di gravidanza il contributo è erogato in due sessioni:

  • 900 € entro 60 giorni dalla validazione della domanda
  • 900 € entro 30 giorni dalla presentazione del codice fiscale del nascituro.

In caso di figlio in adozione il contributo è erogato in un'unica soluzione entro 60 giorni dalla validazione della domanda.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Famiglia
Sezioni: Servizi sociali
Ultimo aggiornamento: 10/07/2018 11:53.58